phonemailFacebookTwitter
macchinario TAC
Slider

Diagnostica per immagini

La diagnostica per immagini racchiude nella sua definizione un insieme di metodiche mini-invasive per identificare e monitorare, attraverso la produzione di immagini, diverse aree del nostro organismo, non visibili dall'esterno, che potrebbero essere soggette a patologie.

La diagnostica per immagini comprende diverse tecniche di imaging tra cui: radiologia digitale, tomografia assiale computerizzata (TAC), risonanza magnetica nucleare (RMN), ecografia ed ecocolordoppler, mammografia e mineralometria ossea computerizzata (MOC).

Le immagini prodotte da queste diverse tecniche diagnostiche vengono refertate dal medico specialista in radiologia, consentendo di avere risposte più dettagliate sul quesito diagnostico che ha portato alla prescrizione dell’esame.

La diagnostica per immagini è oggi un elemento fondamentale nella diagnosi precoce delle malattie e nel monitoraggio di esse.

Delta Implants è tra le prime aziende sanitarie in Italia ad aver scelto di utilizzare tecnologia RM con magnete aperto, utilizzando un’apparecchiatura di ultima generazione in grado di effettuare ogni tipo di esame di risonanza magnetica in alta definizione e con notevole rapidità di esecuzione.

La risonanza magnetica è una metodica radiologica che si basa sulla fisica dei campi magnetici consentendo di visualizzare l'interno del nostro corpo senza somministrare radiazioni ionizzanti (radiazioni X), come nella TAC. Durante la risonanza magnetica, il paziente viene a trovarsi all’interno di un campo magnetico molto forte (anche 10.000-15.000 volte superiore al campo magnetico terrestre), cosicché gli atomi che costituiscono il nostro organismo (più precisamente i protoni) acquistano energia e si orientano secondo l’andamento del campo magnetico stesso.

Quando quest’ultimo viene disattivato, gli atomi tornano al loro orientamento naturale, cedendo l’energia accumulata ed emettendo un segnale. Grazie a sofisticati sistemi è possibile intercettare tale segnale e trasformarlo nelle immagini di risonanza magnetica.

Nel nostro caso la completa dotazione delle bobine e l’avanzata ergonometria rendono tale apparecchiatura ideale per pazienti claustrofobici, obesi e pediatrici. Questo tipo di apparecchiatura è particolarmente apprezzata in ambito Ortopedico, Reumatologico e nella Medicina Sportiva. Le immagini prodotte dalla RM possono essere stampate su pellicola radiografica a secco, o registrate su supporto informatico (CD-ROM, DVD) in formato DICOM 3.0 o J-PEG.


ESAMI ESEGUIBILI CON RM A MAGNETE APERTO:

  • RM Colonna Vertebrale (Cervicale, Dorsale, Lombosacrale)

  • RM Pelvi

  • RM Osteoarticolare (ginocchio, spalla, gomito collo del piede)

  • RM parti molli

 

PRIMA DELL’ESAME:

non è necessaria alcuna preparazione. È preferibile evitare l’esame nel primo trimestre di gravidanza, salvi casi particolari vagliati dal medico responsabile. Prima dell’esame ad ogni paziente viene consegnata una scheda-questionario, che dovrà compilare e firmare. In particolare dovrà essere accertata la presenza di pace-maker cardiaco, pompe da infusione interne, neurostimolatori, protesi dell’orecchio interno che possono subire danneggiamenti sotto l’azione del campo magnetico. Analogamente possono costituire controindicazioni all’esame la presenza di schegge metalliche all’interno del corpo ed in particolare in vicinanza degli occhi, clips metalliche a seguito di interventi chirurgici al cervello o al cuore. Oggetti di materiale ferromegnetico immersi in un campo magnetico intenso subiscono forze rilevanti che possono provocarne lo spostamento con conseguente danno ai tessuti (ad esempio nel caso delle schegge che si trovassero vicino ai vasi sanguigni). In generale la presenza di materiale ferromagnetico, alterando il campo cui sono sottoposti i tessuti, può inoltre degradare l’immagine acquisita. Subito prima dell’esame è bene togliere oggetti di metallo, orologio, schede magnetiche (carte di credito, bancomat), trucco al viso, lenti a contatto, chiavi, monete e tutt’altro di metallico indossato.

COME VIENE ESEGUITO L’ESAME:

dopo il colloquio con il medico radiologo, il paziente verrà invitato a spogliarsi in un apposito spogliatoio, dove potrà togliersi tutti gli indumenti, eccetto gli indumenti intimi purchè non possiedano parti metalliche; gli verrà fornito un camice ed entrerà nella sala dove effettuerà l’esame. Il paziente verrà aiutato dal personale a sistemarsi sul lettino dell’apparecchiatura e, in relazione al tipo di organo da studiare, verranno posizionate all’esterno del corpo le cosiddette bobine di superficie; il paziente dovrà cercare di rilassarsi restando fermo ed immobile per la durata dell’esame. In ogni caso, anche se nella sala dell’esame il paziente è solo, è sempre collegato tramite microfono con i tecnici e con il medico.

Il centro dispone di un’apparecchiatura TC multistrato di ultima generazione idonea ad eseguire ogni tipo di esame previsto per questa metodica in alta risoluzione con brevi tempi di esecuzione. La tomografia computerizzata (TC) è una tecnica di diagnostica per immagini che consente di esaminare varie parti del corpo per la diagnosi e lo studio dei tumori e di numerose altre patologie. È un esame radiologico in cui i dati raccolti dal passaggio di vari fasci di raggi X nell'area interessata sono rielaborati da un computer, in modo da ricostruire un'immagine tridimensionale dei diversi tipi di tessuto. L'esame consente di studiare qualunque parte del corpo umano. Spesso, per vedere meglio le fasi vascolari (arteriosa e venosa) di organi e tessuti, è necessario l'impiego di un mezzo di contrasto a base di iodio, che viene comunemente iniettato per via endovenosa. Per specifiche indicazioni sono utilizzati anche altri tipo di contrasto che sono somministrati per via orale oppure introdotto nel retto o in un'articolazione.

Le immagini prodotte dalla TC possono essere stampate su pellicola radiografica a secco, o registrate su supporto informatico (CD-ROM, DVD) in formato DICOM 3.0 o J-PEG.

 

ESAMI ESEGUIBILI:

  • TC encefalo
  • TC colonna vertebrale
  • TC collo
  • TC torace
  • TC addome superiore
  • TC osteoarticolare
  • TC pelvi

 

PREPARAZIONE ALL’ESAME:

un’indagine TC viene richiesta per chiarire dubbi diagnostici rilevanti, ai quali esami preliminari, più semplici e meno costosi (radiografie ed ecografie) non sono riusciti a fornire una risposta definitiva. È di estrema importanza portare con sé tutta la documentazione sanitaria connessa al quesito clinico compresi gli esami radiologici precedenti (ecografie, Tc etc.). Le donne in età fertile devono avere la certezza di non essere in stato di gravidanza, in quanto qualsiasi dubbio impone di soprassedere all’esecuzione di qualsiasi esame che comporti l’irradiazione del corpo e di parti del corpo con raggi X.

La TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) dedicata al CUORE è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche attraverso i comuni raggi X.

Si ottengono in questo modo immagini tridimensionali del cuore e delle coronarie. La TAC cardiaca multistrato permette di ottenere l’immagine del cuore, studiandolo nella fase diastolica di minore di movimento, al fine di esplorare con maggiore precisione le coronarie e la cavità cardiaca.

La principale caratteristica della TAC cardiaca, infatti, è la capacità di acquisire molto rapidamente sezioni anatomiche ultrasottili e di ricostruirle secondo ogni possibile piano dello spazio, senza alcuna perdita di dettaglio. Tutto questo permette di effettuare diagnosi sempre più selezionate, per esempio evidenziando preventivamente i pazienti da sottoporre ad angioplastica, by pass aorto-coronarico o a semplice follow-up clinico.

La TAC cardiaca permette di vedere e di quantificare, con l'uso di mezzi di contrasto, la presenza di aterosclerosi coronarica. Si effettua in due situazioni cliniche principali:

1- In prevenzione primaria: permette di definire meglio il rischio cardiovascolare mediante il calcolo del Calcium-score coronarico (senza mezzo di contrasto), mentre con l'uso del contrasto ci offre la possibilità, sostanzialmente unica, di visualizzare la presenza di malattia coronarica in uno stadio molto precoce, anche anni prima che possa divenire sintomatica.

2- Nei pazienti in cui per vari motivi clinici si renda necessario valutare l'anatomia delle coronarie, alla ricerca di eventuali restringimenti (stenosi) od occlusioni: pazienti con test provocativi non conclusivi, con pregressi by-pass, con occlusioni coronariche croniche note, candidati a interventi sulle valvole cardiache, etc.

Il suo miglior pregio sta nel potere predittivo negativo del 100% (se non si vede malattia coronarica, di sicuro le coronarie sono sane).

 

INDICAZIONI ALLA TAC CARDIACA:

  • valutazione di pazienti già sottoposti ad altre indagini diagnostiche non invasive con una probabilità pre-test di malattia coronarica bassa-intermedia
  • nei controlli di coloro già sottoposti a rivascolarizzazione miocardica (stenting o bypass aorto coronarico)
  • valutazione di variazioni anatomiche in particolare a carico delle emergenze dei principali vasi coronarici
  • valutazione preoperatoria dell’albero arterioso coronarico
  • studi combinati del cuore e dell’aorta toracica (valutazione pre-tavi, aneurismi e dissezioni dell’aorta)

 

CRITERI DI INCLUSIONE:

frequenza cardiaca < 65/70 battiti per minuto (spontanea o indotta da farmaci) e capacità di trattenere il respiro per un periodo compatibile con il tempo di scansione allo scopo di eviatre artefatti da movimento.

 

CRITERI DI ESCLUSIONE:

pazienti con frequenza cardiaca > 80 bpm, resistenti alla premedicazione mediante beta-bloccanti o che presentano controindicazioni alla loro somministrazione; allergia nota al mezzo di contrasto iodato; insufficienza renale; gravidanza; insufficienza respiratoria; scompenso cardiaco severo.

 

NORME DI PREPARAZIONE:

È richiesto il digiuno nelle sei ore precedenti all'esame. È consentita una normale idratazione con acqua.

È necessario sottoporsi a esami del sangue (creatinina) per verificare la funzionalità renale del paziente e, dunque, la sua capacità di smaltire il mezzo di contrasto senza problemi. Non devono essere sospese eventuali terapie farmacologiche e, in particolare, quelle abituali per la "pressione alta" o il diabete. Deve essere portata in visione tutta la documentazione cardiologica disponibile.

Il paziente non deve indossare oggetti metallici (collane, anelli, orecchini, piercing) in quanto potrebbero produrre alterazioni delle immagini.

E’ necessaria una premedicazione con beta-bloccante (per os 45 minuti prima dell’esame) nei pazienti con frequenza cardiaca > 80 bpm e la somministrazione di nitroglicerina endovena qualche minuto prima dell’esame.

La colon-TAC o TC-colonscopia virtuale è una metodica radiologica alternativa, ed in alcuni casi complementare, alla colonscopia tradizionale che permette di studiare l’intestino crasso (colon e retto) e le eventuali patologie o problematiche presenti, quali tumori, polipi, diverticoli ecc. Oggi la Colonscopia Virtuale è una metodica particolarmente sicura e ben tollerata dal paziente e, grazie alla sua accuratezza, è ufficialmente riconosciuta anche come test per la prevenzione del cancro del colon-retto.

Grazie ai recenti sviluppi della tecnologia di diagnostica per immagini oggi le apparecchiature TAC, per eseguire la colonscopia virtuale, sono dotate di risoluzione spaziale elevata, cosiddetta multi-slice, che, con l’ausilio del miglioramento dei software, consente ai medici radiologi la rielaborazione delle immagini del viscere sia in sezione che secondo le tre dimensioni dello spazio. In concreto questo miglioramento permette l'esecuzione della colon-TAC con la possibilità di navigazione “virtuale” all'interno dell’organo.

In relazione alla ridotta invasività, questo esame trova indicazione elettiva nei pazienti con controindicazioni assolute o parziali all’esecuzione della colonscopia tradizionale (pazienti di età avanzata, intolleranti a colonscopia tradizionale o con gravi e significative comorbidità).

Per l’esecuzione di questo esame è richiesta una preparazione intestinale nei giorni precedenti, per permettere la corretta visualizzazione del colon.

 

È una tecnica di diagnostica per immagini che utilizza ultrasuoni per l’indagine degli organi esplorati. L’ecografia è un esame diagnostico di semplice esecuzione, assolutamente innocuo e non fastidioso. Il campo di applicazione dell’ecografia è molto vasto e permette di osservare gli organi che hanno una consistenza parenchimale (fegato, reni, milza, pancreas etc...) e contenente liquidi (vescica, cisti ematomi etc..). La visualizzazione degli organi attraverso l’indagine ecografica può essere migliorata con l’impiego di mezzo di contrasto che, una volta introdotto nel corpo umano, modifica selettivamente le caratteristiche acustiche di determinati organi o tessuti, variandone la riflettività e/o l’assorbimento degli ultrasuoni e consentendo di visualizzare dettagli altrimenti non visibile ecograficamente. Con la modalità doppler si può indagare velocità, direzione ed anomalie del flusso ematico, attraverso i vasi arteriosi e venosi grazie all’effetto doppler che sfrutta le variazioni in frequenza della riflessione degli ultrasuoni, emessa da un corpo in movimento. L’ecocolordoppler fornisce immagini a colori (rosso e blu) dei flussi venosi e arteriosi evidenziando anche le più piccole lesioni delle pareti dei vasi consentendo di valutarne con precisione l’entità.

Delta Implants dispone di apparecchiature ecografiche di ultima generazione in grado di assicurare un esame diagnostico ottimale.


ECOGRAFIE ESEGUIBILI:

  • Ecografia cardiaca

  • Ecografia apparato urinario

  • Ecografia addome superiore e inferiore

  • Ecografia epatica e vie biliari

  • Ecografia dei testicoli

  • Ecografia transrettale

  • Ecografia tiroidea

  • Ecografia del capo e del collo

  • Ecografia della cute e del tessuto sottocutaneo

  • Ecografia delle ghiandole salivari

  • Ecografia del collo e dei linfonodi

  • Ecografia parotidea

  • Ecografia muscolotendinea

  • Ecografia osteoarticolare

  • Ecografia reni e surreni

  • Ecografiastazioni linfonodali monodistrettuale e polidistrettuale

  • Ecografia pancreatica

  • Ecografia vescicale

  • Ecografia mammaria (pagina senologia)

  • Ecografia epatobiliare con valutazone dell’asse spleno portale e valutazione non invasiva della fibrosi epatica (elasto pq)

  • Ecografia addome con studio delle anse intestinali

  • Ecocolordoppler arti superiori e inferiori arterioso e venoso

  • Ecocolordoppler tronchi sovraortici

  • Ecocolordoppler tiroideo

  • Ecocolordoppler grossi vasi addominali

  • Ecocolordoppler fegato e vie biliari

  • Ecocolordoppler pancreas

  • Ecocolordoppler milza

  • Ecocolordoppler reni e surreni

  • Ecocolordoppler cardiaco

  • Ecocolordoppler mammella

  • Ecocolordoppler scrotale

  • Ecocolordoppler arterie renali


ECOGRAFIE PEDIATRICHE:

  • Ecografia addome completo per morfologia

  • Ecografia apparato urinario

  • Ecografia addome inferiore e pelvi

  • Ecografia per reflusso gastro-esofageo

  • Ecografia addome per studio delle anse intestinali

  • Ecografia midollare

  • Ecografia linfonodi superficiali e profondi

  • Ecografia dei testicoli

  • Ecografia delle anche

  • Ecografia transcranica

  • Ecografia cute e sottocute

  • Ecografia muscolo-tendinea

  • Ecografia osteoarticolare

Il centro dispone di attrezzature radiologiche che consentono di effettuare ogni tipo di indagine radiografica con immagini in digitale, con la finalità di ottenere un’altissima qualità diagnostica e la riduzione della dose Rx applicata al paziente. Per radiografia (RX), o esame radiologico, si intende lo studio di un segmento scheletrico (mano, polso, gomito, ecc.) o di un distretto (torace, addome) attraverso l’utilizzo di radiazioni elettromagnetiche di tipo X.

Tali radiazioni prodotte dall’apparecchiatura radiologica attraversano il corpo del paziente perdendo di intensità e formano su un sistema fotosensibile (analogamente ad un sistema fotografico) l’immagine del segmento o distretto studiato.

Ideale in pediatria, per le donne in periodo fertile e nell’ambito dei follow-up radiologici frequenti.

La tecnica della radiologia digitale dà la possibilità di utilizzare lo zoom digitale, le misurazioni elettroniche, la sottrazione d’immagine, l’elaborazione di livelli di grigio e la possibilità di stampare le immagini su pellicola radiografica a secco, o registrate su supporto informatico (CD-ROM, DVD) in formato DICOM 3.0 o J-PEG.


ESAMI RADIOGRAFICI ESEGUIBILI:

  • Torace

  • Osteoarticolare

  • Scheletro in TOTO

  • RX ginocchio SX + DX + Assiali rotula bilaterale

Presso Delta Implants troverai la Mammografia Digitale diretta con Tomosintesi che rappresenta un passo avanti, se comparata alla Mammografia Digitale 2D, nei casi in cui la sovrapposizione volumetrica delle immagini acquisite (con la Mammografia tradizionale 2D) ci impedisce di indentificare certi tipi di cancri o creare dei falsi positivi. La Mammografia con Tomosintesi si basa sull’acquisizione di una serie di fette millimetriche per studiare il volume del seno nelle 3 dimesioni e riduce il rischio di sovrapposizioni o falsi positivi. Per di più la sua sensibilità permette una migliore caratterizzazione delle immagini, aumentando così in maniera sostanziale il tasso di identificazione dei casi di cancro. L’esame senologico può essere completato mediante esame ecografico eseguibile con apparecchiature ecografiche dotate di sonda ad alta frequenza, di elevata definizione con modulo color-doppler.

 

VISITE ESEGUIBILI: 

  • Visita Senologica + palpazione mammelle + ecografia mammaria

  • Visita Senologica + palpazione mammelle + mammografia

  • Visita Senologica + ecografia mammaria + mammografia monolaterale

  • Visita Senologica + palpazione mammelle + ecografia mammaria + mammografia

  • Visita Senologica + palpazione mammelle + ecografia mammaria + mammografia + Tomosintesi

Il centro è dotato di un Mineralometro Osseo Computerizzato (MOC) HOLOGIC Discovery QDR in grado di effettuare esami su Colonna, Femore, Avambraccio e Total Body.

Utilizza una sorgente radiante a Raggi X che, opportunamente filtrata, è in grado di produrre un fascio collimato a doppia energia. Sistema MOC Total Body e segmentario, con valutazione accurata delle curve di riferimento statistico per età, sesso ed etnia del contenuto minerale corporeo. Validissimo nella valutazione dei rischi fratturativi post-menopausale o dopo forzate immobilizzazioni scheletriche. Di grande ausilio nelle scelte strategiche ormonali, nel periodo di passaggio alla menopausa, onde valutare tendenze particolari alla condizione osteopenica.



Documenti scaricabili