phonemailFacebookTwitter
ufficio medico
Slider

Visite specialistiche

Il Centro Medico Polispecialistico Delta Implants offre ai suoi utenti numerosi servizi specialistici avvalendosi di personale medico altamente qualificato ed esperto. La struttura è composta da diversi ambulatori dotati di moderne attrezzature e di ogni comfort per i pazienti. Il servizio del centro medico polispecialistico comprende più di venti visite specialistiche e una vasta gamma di esami di diagnostica strumentale a supporto dell’attività clinica.

La filosofia del centro medico polispecialistico Delta Implants si basa sulla concezione di un innovativo approccio multidisciplinare verso i pazienti e le loro patologie, prevedendo dei percorsi di prevenzione ad hoc per determinate malattie croniche invalidanti. La competenza e la sinergia di più specialisti diventano essenziali nella programmazione e nella gestione di percorsi diagnostici utili nell’identificare patologie tumorali o nel monitorare l’evoluzione di patologie cronico-degenerative. Gli obiettivi di questi percorsi multidisciplinari sono volti a garantire le migliori pratiche di diagnosi e trattamento disponibili, avendo come mission la centralità del paziente e le sue aspettative. Poter usufruire di percorsi assistenziali di prevenzione, diagnosi, cura e follow-up va considerato come un vero e proprio investimento sulla salute.

 

Le patologie vascolari interessano i vasi sanguigni arteriosi e venosi di tutti i distretti corporei con dilatazioni o restringimenti. Le arteriopatie possono presentare uno sviluppo progressivo ma subdolo perché asintomatico. Una visita specialistica ed esami mirati consentono di diagnosticare il problema e modificare la storia naturale della malattia che, se trascurata, può dare luogo a complicanze anche gravi quali ictus, ischemie o emorragie da rottura di aneurismi. La visita angiologica viene effettuata per curare una patologia già manifesta o per prevenire eventuali complicazioni riguardanti due settori della circolazione: arterioso e venoso. Si occupa quindi si svariate patologie tra cui: l’aneurisma, l’embolia, l’aterosclerosi, la trombosi e la dissecazione dell’aorta. Spesso durante la prima visita angiologica si utilizzano anche particolari strumenti diagnostici per analizzare vene e arterie, come ad esempio l’ecodoppler. Si tratta di una tecnica che permette di effettuare la diagnosi attraverso l’utilizzo degli ultrasuoni, visualizzando una rappresentazione grafica del movimento del sangue nei vasi sanguigni ed eventuali alterazioni. L’esame si effettua con l’applicazione di un gel che aiuta la corretta trasmissione degli ultrasuoni emessi dalla sonda. Tramite l’ecodoppler, tecnica efficace e non invasiva, si possono diagnosticare diverse malattie, tra cui aneurismi, trombosi venose, insufficienza venosa, stenosi arteriose.
La visita cardiologica è una visita specialistica finalizzata a produrre una diagnosi relativa a un eventuale problema di natura cardiologica, che riguarda cioè il cuore. La visita cardiologica viene consigliata nei casi in cui il paziente denunci sintomi quali dolore toracico, respirazione faticosa (dispnea) a riposo o sotto sforzo, svenimento (la cosiddetta "sincope"), giramenti di capo, palpitazioni o riduzione della forza in generale. La visita cardiologica ha inoltre un'importanza fondamentale per quanto riguarda le diagnosi e le cure relative alle principali patologie del cuore tra cui sono comprese: Ipertensione arteriosa, Cardiomiopatie, Cardiopatia Ischemica, Scompenso cardiaco, Valvulopatia mitralica e aortica.
La visita cardiologica si compone principalmente di due momenti, più l’eventuale esecuzione dell’elettrocardiogramma. Il primo riguarda la raccolta da parte del medico cardiologo di informazioni relative allo stile di vita del paziente (che cosa mangia, se fuma, se pratica attività fisica, ecc.) e a eventuali presenze in famiglia di malati di cuore. Il secondo momento consiste in un esame clinico riguardante l’apparato cardiovascolare (mediante percussione e auscultazione) e la misurazione della pressione arteriosa. Il terzo eventuale momento, se previsto, è quello riservato all’esecuzione dell’elettrocardiogramma (visita cardiologica con elettrocardiogramma).

VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita cardiologica
  • Elettrocardiogramma (ECG)
  • Eco(color)dopplergrafia cardiaca
  • Elettrocardiogramma 24h secondo Holter
  • Monitoraggio pressorio 24h
  • Visita cardiologica + ECG
  • Visita cardiologica + ECG + Eco(colordoppler)grafia cardiaca

La visita di chirurgia generale viene eseguita da un medico chirurgico, specialista in chirurgia generale, con l’obiettivo di diagnosticare o escludere l’esistenza di patologie per la cui cura sia necessario un intervento chirurgico.

La visita di chirurgia generale rappresenta il primo passo verso un eventuale intervento chirurgico.

In genere il paziente viene indirizzato alla visita di chirurgia generale dal proprio medico di famiglia, o da un altro medico specialista, quando questi abbia il sospetto di una patologia che richieda lo svolgimento di un futuro intervento chirurgico, al fine di confermarla o di escluderla.

Nella prima parte della visita di chirurgia generale il medico procede con un’anamnesi della storia clinica del paziente, prestando particolare attenzione alle sue precedenti malattie, a interventi chirurgici subiti in passato, alla familiarità verso certe patologie (soprattutto oncologiche) e alle cure farmacologiche in corso.

Nella seconda fase della visita, il medico chirurgo generale svolge un esame obiettivo dei principali apparati del corpo umano, dal cuore ai polmoni all’addome, per verificarne lo stato e la reazione di ognuno di loro a un eventuale intervento chirurgico.

A completamento della visita il medico può disporre la predisposizione futura dell’intervento, qualora abbia certificato l’esistenza della patologia, o può invece escluderne l’esecuzione, nel caso in cui non abbia riscontrato alcun problema di salute.

Può inoltre disporre ulteriori accertamenti, nel caso in cui la visita non abbia portato a una diagnosi certa di conferma o di esclusione della patologia.



VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita chirurgia generale ed oncologica
  • Visita di controllo
La visita dermatologica è la valutazione della pelle dell’intero corpo del paziente, e di eventuali sintomi associati, svolta dal medico dermatologo. La visita dermatologica consente di verificare la presenza o meno di patologie legate alla pelle o ai tegumenti. Può essere disposta in via preventiva o a seguito della comparsa di manifestazioni cutanee (quali macchie, pomfi, papule, vescicole o nevi) associate o meno a sintomi quali prurito, bruciore o dolore.
Nello specifico, la visita dermatologica serve a diagnosticare le patologie pigmentate della pelle, le malattie allergologiche cutanee e le patologie virali della pelle. Nel corso della visita dermatologica il medico compie un’accurata anamnesi (raccogliendo tutte le informazioni riguardanti la storia e lo stile di vita del paziente) e l’ esplorazione della cute del paziente e nel caso lo ritenesse opportuno può essere effettuata anche la mappatura dei nei. In casi particolari e selezionati dal dermatologo è importante che a una prima visita facciano seguito controlli ambulatoriali periodici (follow up). La visita dermatologica non prevede specifiche preparazioni. È buona norma portare con sé documentazione clinica e fotografica di precedenti visite o trattamenti effettuati.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita dermatologica
  • Visita nevi e neoformazioni cutanee con dermoscopia (epiluminescenza) digitale
  • Valutazione allergologica (allergia a farmaci, dermatiti da contatto, dermatite atopica, orticaria, angioedema, allergie a pollini e acari della polvere)
  • Test allergologici per adulti ( patch test e prick test)
  • Crioterapia e diatermocoagulazione per il trattamento di verruche virali, verruche seborroiche, condilomi etc..)
  • Filler riempitivi riassorbibili
  • Peeling chimici di ultima generazione per acne, ringiovanimento volto, collo e scollo (PRXT33)
  • Tossina botulinica per il trattamento iperidrosi ascellare
  • Mesoterapia omeopatica per panniculopatie (cellulite)
  • Visita dermatologica pediatrica
  • Biopsia incisionale ed escissionale su lesioni dermatologiche
L’endocrinologia è la parte delle scienze mediche che studia le ghiandole ed il prodotto che rilasciano nella circolazione sanguigna, cioè gli ormoni. La visita endocrinologica consente di verificare la presenza o meno di patologie provocate da disfunzioni e malattie legate al cattivo funzionamento delle ghiandole endocrine (Ipofisi, Tiroide, Paratiroidi, Ghiandole Surrenali, Pancreas, Gonadi, Rene, Timo e Milza) che producono gli ormoni e li riversano direttamente nel sangue. Gli ormoni sono le sostanze che regolano il metabolismo e l’attività di organi e tessuti del nostro organismo.
La loro imperfetta produzione è provocata da patologie come quelle, ad esempio, che riguardano la tiroide, l'ipofisi, le gonadi (testicolo nell'uomo e ovaio nella donna), i surreni, il pancreas. Può inoltre contribuire a generare malattie come l’osteoporosi, la disfunzione erettile, l’infertilità maschile e femminile, le complicanze della menopausa e il diabete mellito.

VISITE ESEGUIBILI:

  • visita endocrinologica/diabetologica
  • ecografia tiroide, paratiroide, linfonodi e ghiandole salivari
  • agoaspirato eco-guidato nodulo tiroideo, paratiroideo, linfonodi e ghiandole salivari
  • ablazione laser eco-guidata nodulo tiroideo
  • alcolizzazione nodulo tiroideo

 

Documenti scaricabili:

La visita fisiatrica è una valutazione medica specialistica che viene prescritta in caso di disturbi a carico dell’apparato osteoarticolare derivanti da patologie acute o croniche, da processi infiammatori, da un trauma o da un intervento chirurgico ortopedico. Numerosi sono i disturbi a carico dei muscoli, dei tendini e delle articolazioni che possono essere individuati nel corso della visita fisiatrica e che non richiedono necessariamente un trattamento di tipo chirurgico.
Molte di queste sofferenze possono avere come conseguenza una diminuita capacità di svolgere le attività di tutti i giorni (attività familiari, lavorative, sportive, ecc.) e possono causare non solo una riduzione della funzionalità motoria, ma anche avere un impatto sulla socialità e sulla sfera emotiva della persona colpita.
La visita fisiatrica ha lo scopo di valutare la malattia del paziente e di determinarne le implicazioni funzionali. A questo fine, al termine della visita, il medico specialista può richiedere ulteriori accertamenti specialistici (ad esempio con ortopedico, reumatologo, neurologo o neurochirurgo) o diagnostici (quali esami strumentali come una radiografia, una tomografia computerizzata, una risonanza magnetica, una ecografia, ecc.) e potrà stilare il progetto riabilitativo più adatto alla patologia riscontrata. La visita fisiatrica si svolge in un ambulatorio medico. Nella prima parte della visita, attraverso un colloquio con il paziente, il medico procede all’anamnesi funzionale della malattia, al fine di individuare il momento e la possibile causa dell’inizio della malattia, esaminare i trattamenti fino a quel momento ricevuti e le eventuali complicanze sorte nel tempo.
Per tale motivo è buona norma portare con sé tutta la documentazione clinica riguardante in genere il proprio stato di salute e gli accertamenti già eseguiti.
In una seconda fase della visita il medico procede all’esame obiettivo e funzionale per verificare l’effettiva capacità motoria del paziente, anche attraverso esercizi e test clinici da svolgere da sdraiati, seduti e in piedi.
La Riabilitazione del Pavimento Pelvico è una terapia che ha l’obiettivo di guarire o ridurre i sintomi riferiti dal paziente e causati dalla disfunzione di questa zona, migliorando così la qualità di vita del soggetto. La sua applicazione prevede l’utilizzo di tecniche e strumenti (esercizio terapeutico, biofeedback, ecc.) che vengono impiegati a seconda della condizione della persona e dopo una adeguata valutazione del soggetto. La terapia è indirizzata ai muscoli del pavimento pelvico, che possono presentarsi ipovalidi (es.: incontinenza urinaria da sforzo, prolasso degli organi pelvici, ecc.), oppure iperattivi (es.: disfunzioni sessuali femminili, sindrome del dolore pelvico cronico, ecc.), oppure con deficit di coordinazione (es.:stipsi da dissinergia del muscolo pubo-rettale). Il nostro Pacchetto per la Rieducazione e la Riabilitazione del pavimento pelvico si prefigge oltre all’importantissimo e fondamentale obiettivo della prevenzione di determinati disturbi del pavimento pelvico, anche quello di curare e/o migliorare patologie pelvi-perineali seguendo un approccio terapeutico completo e personalizzato.

PROVA GRATUITA

Il paziente potrà GRATUITAMENTE fare un primo colloquio informativo e una visita con la Fisioterapista e scegliere, in seguito al colloquio, se intraprendere il percorso riabilitativo.
Al paziente viene così offerta la possibilità di conoscere e prendere confidenza con il percorso riabilitativo, capirne i vantaggi e testare la professionalità e la serietà dello specialista.
Il programma riabilitativo sarà così strutturato:
  1. Visita conoscitiva GRATUITA in cui la fisioterapista effettuerà una diagnosi precisa dell’eventuale disfunzione (portare tutta la documentazione clinica in suo possesso)
  2. Pacchetto di 10 sedute ( cadenza 1-2 volte a settimana) da 30 minuti ciascuna
  3. Visita conclusiva al termine del percorso riabilitativo con consegna di una cartella clinica che attesta l’evidenza dei risultati ottenuti.
In genere ad aver bisogno dell'aiuto del geriatra sono pazienti di età superiore a 75 anni che convivono con più problemi di salute, inclusi disturbi cognitivi.
Consultare questo specialista, noto per il suo approccio multidisciplinare, è consigliabile quando lo stato di salute di una persona anziana è causa di invalidità e fragilità considerevoli e prendersi cura di lei causa uno stress non trascurabile a familiari e amici, oppure quando si incontrano difficoltà a seguire le terapie prescritte o a seguire le indicazioni dei diversi specialisti per gestire tutti i problemi di salute con cui si convive.
Fra le patologie con cui un geriatra si trova più spesso ad avere a che fare sono incluse: artrite, diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, patologie cognitive, difficoltà nelle interazioni sociali e disturbi della memoria, inclusa la malattia di Alzheimer.
È ampiamente riconosciuto che alimentazione e stile di vita hanno un ruolo centrale nella prevenzione e nella cura delle malattie croniche non-trasmissibili (obesità, diabete, malattie cardiovascolari e bronco-polmonari, tumori e patologie degenerative), che negli ultimi decenni hanno assunto una diffusione epidemica.
Le malattie non-trasmissibili sono ritenute responsabili dell’80% delle mortalità e del 70% di disabilità e sofferenze in tutto il mondo.
Obiettivo comune di tutte le società scientifiche è quello di sostenere programmi efficaci di intervento sui fattori di rischio comuni per ridurre l’incidenza di quelle patologie che maggiormente influiscono su menomazioni e mortalità (che sono patologie cardiovascolari e oncologiche).
L’obesità è uno dei principali fattori che inducono l’aumento delle malattie croniche non-trasmissibili ed è associata ad un aumento di rischio di malattia aterosclerotica coronarica e cerebrovascolare, a diabete mellito, iperlipidemia, ipertensione arteriosa, carcinoma colo-rettale, malattie della colecisti e osteoarticolari, nonché un tasso di mortalità più elevato.
Per adottare uno stile di vita sano ed attivo bisogna ridurre il peso in eccesso e prevenire le malattie croniche associate ad un’alimentazione non salutare ed alla sedentarietà. Un’alimentazione corretta comporta: un equilibrio tra calorie assunte e calorie consumate; grassi, proteine e carboidrati assunti nelle giuste proporzioni; una dieta variata, con abbondante frutta e verdura; tre pasti al giorno, con 2 spuntini a basso contenuto calorico e pochi grassi. L’attività fisica deve essere un’abitudine quotidiana (almeno 30 minuti al giorno) e deve essere adeguata alle proprie necessità e soprattutto alle proprie possibilità.
Con la visita nutrizionale è possibile valutare il tuo stato di salute e benessere, le tue abitudini alimentari e lo stile di vita e correggere eventuali errori alimentari che sono causa anche di patologie gastroenterologiche (gastrite, malattia da reflusso, celiachia etc). La visita comprende anche la valutazione antropometrica e la prescrizione di una dieta personalizzata.
La neurologia è la branca della medicina che si occupa dello studio e del trattamento dei disturbi del sistema nervoso, sia quello centrale (il cervello e il midollo spinale) che quello periferico (costituito da tutti gli altri elementi nervosi, incluse le strutture presenti negli occhi, nelle orecchie e nella pelle). Il neurologo è un medico specializzato in neurologia. Si occupa della diagnosi e del trattamento dei problemi che colpiscono il cervello, il midollo spinale e i nervi.
Dopo un'accurata anamnesi il neurologo conduce un esame fisico e neurologico del paziente, valutando la forza muscolare, i riflessi e le capacità di coordinazione. Per approfondire la diagnosi può affidarsi a procedure come: elettromiografia, elettroencefalogramma, angiografia, ecocolordoppler distretti arteriosi e venosi arti superiori e inferiori e trochi sovraortici, Tc, RMN etc.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita neurologica
  • Ecocolordoppler arti superiori arterioso e venoso
  • Ecocolordoppler arti inferiori arterioso e venoso
  • Ecocolordoppler tronchi sovraortici
  • Elettromiografia completa 2-4 arti
  • Elettromiografia completa 2-4 arti + visita
  • Elettromiografia risposte riflesse
  • Elettromiografia tetania latente
La visita ortopedica permette di studiare la struttura e la funzionalità dell'apparato locomotore per diagnosticare patologie acute, croniche o degenerative a carico della colonna vertebrale, degli arti superiori (spalla, gomito, mano e polso) o degli arti inferiori (anca, ginocchio, piede e caviglia). Fra le più frequenti sono incluse l'artrosi, i problemi al menisco, le lesioni ai legamenti del ginocchio e della cuffia dei rotatori, la sindrome del tunnel carpale, l'alluce valgo, il neuroma di Morton, la sindrome da compressione del nervo ulnare e la fascite plantare.
Inoltre la visita ortopedica può essere utile in seguito a traumi che possono aver leso le strutture dell'apparato locomotore.
La visita ortopedica non prevede una preparazione specifica. Il paziente è però invitato a portare con sé eventuali referti di analisi, ad esempio radiografie, che potrebbero essere utili alla valutazione della situazione.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Prima visita ortopedica
  • Visita ortopedica di controllo
  • Infiltrazione intrarticolare (cortisone)
  • Visita + ciclo di 3 infiltrazioni monoarticolari con acido ialuronico (farmaco compreso)
  • Visita + ciclo di 3 infiltrazioni biarticolari con acido ialuronico
  • Visita + ciclo di 5 infiltrazioni monoarticolari con acido ialuronico (farmaco compreso)
  • Visita + ciclo di 5 infiltrazioni biarticolari con acido ialuronico
  • Visita ortopedica + RMN 1 tratto (fino a 5 tratti), eseguiti nella stessa seduta

Documenti scaricabili:

La visita otorinolaringoiatrica è una visita medica specialistica che viene effettuata dal medico specialista in otorinolaringoiatria il cui obiettivo è quello di diagnosticare, escludere o monitorare la presenza di patologie che interessano orecchie, naso e gola. Al di là di pazienti con patologia già nota, si può essere inviati dal proprio medico curante allo specialista in otorinolaringoiatria per accertare la natura di sintomi anche molto diversi tra loro, tra cui presenza di acufeni, ipoacusia, ronzii, senso di orecchio chiuso, sensazione di sbandamento, incertezza posturale, vertigini, dolore persistente alla gola, sensazione di corpo estraneo in gola, abbassamento persistente della voce, naso chiuso senza apparente motivo.
Per potersi sottoporre a una visita otorinolaringoiatrica non sono previste particolari norme di preparazione. È bene però che il paziente porti con sé gli esami effettuati e l'elenco degli eventuali farmaci assunti quotidianamente.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Prima visita otorinolaringoiatrica
  • Visita otorinolringoiatrica di controllo
  • Biopsia cavità nasali
  • Biopsia cavo orale
  • Esame audiometrico
  • Esame cocleovestibolare
  • Rieducazione vestibolare
  • Fibrolaringoscopia
  • Rimozione tappo di cerume

Documenti scaricabili:

E’ una terapia che si basa sulla somministrazione di una miscela gassosa, originata mescolando l’ozono con l’ossigeno. La potente azione antinfiammatoria e antidolorifica dell’ossigeno-ozono viene sfruttata anche nel trattamento delle patologie ortopediche più frequenti, come la cervicalgia, le tendiniti, la lombalgia, le patologie sportive, le periartriti, l’artrosi, etc.
L’azione antinfiammatoria è dovuta al fatto che l’O2-O3 (ossigeno-ozono) favorisce l’eliminazione delle sostanze mediatrici del dolore e dell’infiammazione, come l’istamina, la serotonina, le prostaglandine, ecc. sempre in modo del tutto naturale. In questo caso la tecnica consisterà in infiltrazioni sottocutanee o intrarticolari. Per ottenere un buon risultato in questo tipo di terapia è fondamentale la corretta scelta della metodica di somministrazione. La metodica non ha controindicazioni, non ha effetti collaterali ed è indolore. Le vie di somministrazione più comuni sono: intramuscolare, sottocutanea, intrarticolare, endovenosa e insufflazione rettale, vaginale e nasale.
Il dolore vertebrale rappresenta una delle patologie più frequenti e di recente ha assunto valore rilevante la terapia loco-regionale con ossigeno-ozono, soprattutto per la lombalgia e la lombosciatalgia e con risultati decisamente positivi anche per il tratto cervicale.
Prima dell'inizio del trattamento viene raccolta un’accurata anamnesi di ogni paziente, correlata ad esame obiettivo e a note riguardanti esami strumentali eseguiti dal paziente nei periodi immediatamente precedenti.
Ognuno dei pazienti viene sottoposto ad uno o più cicli di infiltrazioni paravertebrali bilaterali di 15 cc. di una miscela di O2-O3 ( 20 mcg/ml di Ozono) ottenute grazie al macchinario in dotazione alla nostra struttura sanitaria, e comunque secondo il protocollo S.I.O.O.T. n.933902.
Il ciclo di infiltrazioni ha una durata totale di 2 mesi, 2 sedute settimanali per il primo mese e 1 seduta settimanale per il secondo mese.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita preventiva per trattamento con ossigeno-ozono terapia
  • Ossigeno-ozono terapia paravertebrale
  • Ossigeno-ozono terapia intradiscale Tc guidata

Documenti scaricabili:

La pediatria è una branca della medicina che si occupa dello sviluppo psicofisico dei bambini e della diagnosi e terapia delle malattie infantili. Un’accurata visita pediatrica permette al medico di giungere ad una diagnosi e svolgere successivamente un percorso terapeutico specifico per il problema del bambino.
La prima parte della visita è detta “anamnesi”, durante la quale lo specialista raccoglie le informazioni riguardanti la patologia del paziente e capita spesso che si trovino già indizi utili per la diagnosi finale.
La seconda parte della visita è detta “esame obiettivo” e consiste nella visita vera e propria, essenziale per la determinazione della diagnosi.
L’ultima parte consiste nella “formazione della diagnosi” e nell’eventuale programmazione del percorso terapeutico.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita Pediatrica
  • Ecografia Pediatrica
  • Visita Pediatrica + Ecografia Pediatrica
La psicoterapia è la pratica svolta da un professionista (Medico o Psicologo) finalizzata a curare la sofferenza psichica. I modi in cui si manifesta la sofferenza psichica, ossia i sintomi che compaiono e che la psicoterapia affronta, sono moltissimi e diversi ma tendono ad organizzarsi sotto forma di Disturbi psicologici tipici e riconoscibili.
Più specificamente, la psicoterapia è il processo in cui una persona, una coppia, una famiglia o un gruppo di persone incontrano uno psicoterapeuta con l’obiettivo di risolvere i propri problemi relativi alla sfera del comportamento, delle emozioni, delle credenze o del proprio modo di pensare.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Consulenza Psicologica individuale
  • Consulenza familiare
  • Supporto alla genitorialità
  • Disturbi d’ansia
  • Disturbi dell’umore
  • Disturbi sessuali e dell’identità di genere
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Disfunzioni sessuali maschili e femminili
  • Disturbi psicosomatici
  • Problemi relazionali
  • Stati di shock da traumi (lutti, separazioni..)
  • Superamento delle fasi del ciclo della vita (adolescenza, menopausa, andropausa etc.)
  • Rilassamento progressivo di Jacobson
  • Metodo Bates
  • Training autogeno
  • Tecniche di immaginazione guidata
  • Esercizi di Mindfulness
  • Strategie di Coping
  • Colloquio di chiarificazione e sostegno
  • Valutazione psicodiagnostica
La Reumatologia è la branca della medicina che riguarda le affezioni mediche del sistema muscolo-scheletrico: le malattie sistemiche del tessuto connettivo, le malattie articolari infiammatorie, l’artrosi, i disturbi ella colonna vertebrale, i reumatismi extra-articolari, le malattie non traumatiche dell’osso. L’obiettivo del centro è quello di offrire un completo inquadramento diagnostico e terapeutico delle patologie osteoarticolari offrendo agli utenti/pazienti un percorso integrato di diagnosi e terapia.

Al paziente viene eseguita una prima visita clinica che può essere essenzialmente di due tipi:

Una visita reumatologica per tutte le problematiche osteoarticolari “non strettamente traumatologiche o chirurgiche”. Lo specialista reumatologo può essere infatti considerato un internista dell’osso in grado di inquadrare clinicamente il paziente impostando il corretto iter diagnostico e terapeutico. Le principali patologie di pertinenza sono osteoporosi e malattie metaboliche dell’osso, artrite psoriasica, spondilite anchilosante, Paget, artrosi e altre.
Una visita ortopedico/fisiatrica per problematiche traumatiche e post-traumatiche, chirurgiche e post-chirurgiche, terapie fisiche e fisioterapiche.
Il paziente può inoltre afferire al centro in seguito all’effettuazione di un esame strumentale eseguito nella stessa struttura (radiografico, ecografico, RMN, TAC, MOC). In tal caso il percorso diagnostico è inverso, nel senso che dopo aver effettuato un qualsiasi esame strumentale può essere individuato un problema di pertinenza ortopedica o reumatologica e a quel punto il paziente avrà a disposizione lo specialista di riferimento per inquadrare correttamente la patologia evidenziata.
Punto di forza del centro è la capacità di organizzare e prenotare al suo interno tutte le indagini diagnostiche da effettuare assicurando contemporaneamente un elevato standard qualitativo delle prestazioni.

VISITE ESEGUIBILI:

  • Visita Reumatologica
  • Visita di controllo
  • Infiltrazione ecoguidata
  • Infiltrazione anca
  • Infiltrazione + Ecografia
  • Visita Reumatologica + ciclo di 3 infiltrazioni monoarticolari di acido ialuronico
  • Visita Reumatologica + ciclo di 3 infiltrazioni biarticolari di acido ialuronico
  • Visita Reumatologica + ciclo di 5 infiltrazioni monoarticolari di acido ialuronico
  • Visita Reumatologica + ciclo di 5 infiltrazioni biarticolari di acido ialuronico